Loading...

6 itinerari per conoscere Galileo Galilei visitando Padova

Dopo aver visitato la mostra Rivoluzione Galileo, non perdere l’occasione di scoprire gli itinerari di Galileo a Padova.

In un percorso che si snoda in sei tappe potrai conoscere la storia di Galileo a Padova, città in cui lo scienziato trascorse diciotto anni della sua vita.

    1. Casa di Gianvincenzo Pinelli: la prima casa di Galileo a Padova, dal 1592 al 1601, è quella di Gianvincenzo Pinelli, l’amico umanista che lo ospitò per quasi dieci anni. Nella biblioteca di Pinelli – una delle più grandi d’Italia – Galileo preparò la prima lezione per l’Università di Padova.
    2. Casa di Galileo: di fronte alla scuola “G. Pascoli” si trova la casa dove Galileo visse fra 1601 e il 1610. L’astronomo scoprì le lune di Giove osservando il cielo dalla finestra e dal giardino di casa.
    3. Palazzo del Bo: la storica sede dell’Università degli Studi di Padova dal 1493. Tuttora è sede del Rettorato e del Teatro anatomico più antico del mondo. Qui Galileo insegnò dal 7 dicembre 1592 al 7 settembre 1610. La sua cattedra, oggi nella “Sala dei Quaranta” – la sala che prende il nome dalle immagini di quaranta allievi famosi dell’Università dipinti sulle pareti – è stata recentemente restaurata, confermando la sua antichità e originalità.
    4. Chiesa di Santa Caterina: i due figli di Galileo, Livia e Gianvincenzo, furono qui battezzati. Il fonte battesimale di Santa Caterina è ora a Santa Sofia, dove è tuttora esposto il certificato di battesimo.
    5. Vecchia Canonica: in questa antica Canonica Galileo incontrava don Paolo Gualdo, rettore del duomo di Padova.
    6. Biblioteca del Seminario di Padova: la prima edizione del Dialogo sui massimi sistemi (1632) è conservata in questa biblioteca; le sue pagine contengono note e correzioni originali di Galileo Galilei.

Da non perdere in città anche la visita a:

Museo della Medicina MUSME
In equilibrio tra passato e futuro, il MUSME rivoluziona il concetto di museo scientifico, coniugando storia e tecnologia. Fonde e rinnova gli approcci museali proponendo un percorso espositivo che si adatta al visitatore: dalla narrazione giocosa per i più piccoli all’approfondimento per gli studiosi. Durante il periodo della mostra Rivoluzione Galileo sarà sede di visite guidate sull’influenza che Galileo Galilei ebbe sui progressi della medicina del suo tempo.

Via San Francesco, 94 – Padova
Tel. 049 658767 info@musme.it www.musme.it
Da martedì a venerdì: 14.30-19.00
Sabato, domenica e festivi: 9.30-19.00
Lunedì e mattine feriali: aperto solo per le scolaresche
e i gruppi prenotati.
Chiuso i lunedì non festivi, 25 dicembre, 1° gennaio

Museo la Specola – Sezione museale dell’INAF – Osservatorio astronomico di Padova
A Padova la torre della Specola è erroneamente considerata la torre di Galileo, anche se in realtà l’Osservatorio astronomico non fu mai frequentato dal famoso scienziato, dato che fu istituito nel 1767. L’Osservatorio è tutt’ora un attivo ente di ricerca, ma dal 1994 ha aperto alla città il suo nucleo più antico, la torre, trasformandola in un museo astronomico.

Scuole e gruppi (min 10, max 25 persone)
Visite guidate, da martedì a domenica,
dalle 9.00 alle 17.00
Info e prenotazioni: museo.laspecola@oapd.inaf.it
Visitatori singoli (senza prenotazione)
Una visita guidata riservata ai singoli, famiglie
e piccoli gruppi di amici si svolge tutti i sabati,
le domeniche e i giorni festivi infrasettimanali
alle ore 16.00 (da ottobre ad aprile). Max 25 persone.
Chiuso 24, 25, 26, dicembre e 1° gennaio

2017-11-15T17:18:03+00:00 4 novembre 2017|